Il mio nome è Giorgio Ciaccio, sono nato a Palermo classe ’81.

Ho iniziato a “farmi le ossa” nel 1999 quando per la prima volta fui bocciato al terzo anno di liceo. Nel bene o nel male quell’esperienza mi segno tantissimo a tal punto che inizia a voler essere autonomo per crearmi la mia vita. Quell’estate iniziai a fare piccoli lavoretti in nero per cercare di guadagnare, giorno dopo giorno, un pizzico di autonomia personale.

Nel 2001 quasi subito dopo il diploma, ho aperto la mia prima attività commerciale “Il CoyotePub di Ciaccio Giorgio”. Uno dei primissimi disco-pub palermitani che prendeva spunto dal celebre film “le ragazze del Coyoute Ugly”. Fu un’esperienza indescrivibile che travolse tutta la mia famiglia. Fu il primo passo che mi aprì il mondo dell’imprenditoria.

Successivamente sono entrato in società in una cooperativa di servizi “Cooperativa Factotum” per poi lanciarmi nella fole avventura come amministratore di una Società a responsabilità limitata “Natura Express” prodotti biologici e naturali direttamente a casa tua.

Il mio modo di essere, fatto di continue sfide e la capacità di mettermi sempre in gioco, mi ha portato a fare anche politica attiva riuscendo a rappresentare i siciliani all’Assemblea Regionale Siciliana.

La vita come dice J-AX non è uno scherzo ma ha la sua ironia. E per proprio sul più bello mi ha messo con le spalle al muro dignosticandomi due tumori proprio venti giorni prima la nascita di mio figlio.

Nella vita non mi sono mai abbattuto e proprio grazie alla forza di mio figlio e di mia moglie, oggi ho ripreso la mia vita dopo diversi interventi e 12 cicli di chemioterapia. Ed anche se non sono guarito del tutto, questa ennesima prova, che mi ha stravolto la vita, mi sono galvanizzato ancora di più.

Oggi con immenso orgoglio, insieme a mio fratello Ciaccio Gabriele, sono il CEO & Cofondatore di “Island VFX s.r.l.” una splendida società di post-produzione cinematografica palermitana (oserei dire unica nel suo settore).

Oltre a questo mi sono buttato a capofitto nello sport passando dall’essere sedentario alle gare di triathlon olimpico e dalla corsetta amatoriale mattutina al mezzofondo (quest’anno parteciperò alla mia prima grande maratona 42,195 km ;-))… ed il prossimo anno sono previsti altri spettacolari obiettivi.

Per portare avanti tutto ciò, ho dovuto fare delle scelte. Scelte difficili ma alla fine: ho scelto. Ed ecco come vivo ogni giorno:

Ho scelto di ritrovare il concetto di qualità della vita che si è perso.

Ho scelto di ritrovare un barlume di speranza nel futuro e di riprovare il piacere della condivisione della solidarietà e dell’altruismo.

Ho scelto di fare le battaglie con a favore dell’uomo e del suo contesto, che sia una casa o un lavoro o la sua aria o il suo suolo.

Ho scelto di stare dalla parte dei piccoli imprenditori.

Ho scelto da che parte stare.

Ho scelto il tempo in cui farlo perché se non cambiamo adesso sarà difficile farlo dopo.

Ho scelto di non delegare più ad altri le decisioni sul mio futuro ed il futuro di mio figlio.

Ho scelto di trasmettere agli altri il mio modo di essere attraverso la #ciaccite

Ho scelto di dimostrare con i fatti che l’amore per la vita supera ogni cosa

Ho scelto di superare le difficoltà con testa, cuore e coraggio

Scelte coraggiose sostenute costantemente da mia moglie e dalla mia famiglia.

Le mie scelte hanno fatto si che sono oggi, quello che sono: un uomo libero e creativo, innamorato della vita e della propria terra.

Seguimi su

Follow & Subcribe Me

Scrivi un commento