Imprese e Startup, Politica

Iva: in Italia percentuale tra le più alte d’Europa

L’Italia sale sul gradino più basso per la percentuale di I.V.A. (imposta valore aggiunto) tra le più alte d’Europa. Un altro triste primato che colpisce tutti i cittadini. Primato che potrebbe essere, paradossalmente, migliorato arrivando a piazzare il nostro Paese tra il primo ed il secondo posto a causa della clausole di salvaguardia della “manovrina” economica varata dal Governo nazionale.

Anche se non ci fosse l’aumento previsto dalla manovra economica, hai mai riflettuto su quanto ti costa l’I.V.A.? Quanto incide nella tua vita quotidiana?

Parliamo di quasi un quarto di quello che spendi. Ad esempio quando al supermercato spendi 10€, circa 2,50€ li stai pagando per l’i.v.a.. Un costo veramente eccessivo che tocca tutti ma proprio tutti senza distinzione alcuna. Non pensate che si potrebbe dare maggiore aiuto all’intero popolo italiano riducendola? Cercare di mettere in campo azioni politiche volte ad abbassare l’i.v.a., non darebbe respiro a tutte le famiglie e di conseguenza a tutti gli imprenditori?

Se da domani mi trovassi in tasta anche un solo 5% del “potere di acquisto” in più, sicuramente quello che farei di conseguenza sarebbe quello di innalzare la qualità della mia vita di quel 5%. Magari acquistando un prodotto di prima necessità in più, un investimento in più, un regalo in più ecc. Non sto dicendo che da domani il nostro paese dovrebbe abolirla ma sicuramente, però, dovrebbe lavorare per una sua riduzione.

Penso anche che la cosa che maggiormente infastidisce è che al pagare un prezzo così alto non corrisponde alcun servizio per la collettività di pari alta qualità. Penso che se avessimo servizi eccellenti, viabilità impeccabile, vivibilità alta, allora nessuno penserebbe a tutto ciò. Anzi saremmo contenti di pagare i.v.a., tasse, accise ecc. Ma ovviamente così non è.

A tutto ciò, ci hai mai pensato?

 

 

 

Scrivi un commento

buzzoole code