Resilienza, Varie

meglio l’uovo oggi o la gallina domani?

di A.C.

Molto meglio l’uovo signori, ne sono certa certissima!

A che serve aspettare che arrivi la gallina se abbiamo ogni giorno un bell’uovo da mangiare?

Certamente la schiera dei criticoni sullo stile di vita mordi e fuggi sarà lungo e altisonante ma per quella che era una ragazzina come me che a soli 19 anni si è trovata ad affrontare da sola la vita, a causa di una serie di tragedie, che pure i gatti neri quando passano si toccano, e che non è il caso di elencare, il problema non si pone.

Non esiste.

Non c’è.

Non esiste fare programmi a lungo termine, non esiste immaginare figli mariti o compagni. Non vivo il dramma di molte mie coetanee che farebbero di tutto per accalappiarsi un uomo e sgomitano per locali assatanate e tristi, risucchiate in vestiti improponibili, figlie della generazione che se ci sposiamo e “figliamo” siamo più fighe, più realizzate, più donne. Quelle che scandiscono la loro vita a tappe, che se non fanno le mogli o le mamme “entro i…” scadono come lo yogurt.

Ciò non vuol dire non avere obiettivi, essere superficiali o approssimativi.

Obiettivi centrati e soddisfazioni ne ho avute tante. Forse avrei potuto avercene di più. Ma chissenefrega. È solo questione di consapevolezza che si acquista con il tempo. Dapprima mi sentivo diversa, incapace di vivere proiettata nel futuro. Ed è nel tempo invece che ho raggiunto la migliore delle filosofie di vita che io conosca: trarre piccoli piaceri nell’immediato.

Molti, tantissimi amici, quasi tutti in realtà, mi chiedono ma come fai ad essere così serena, così “fresca” dopo tutto quello che hai dovuto affrontare? Tanti altri mi dicono: mi trasmetti serenità. Tutto questo accade il più delle volte, mentre loro si disperano perché forse tra un anno perderanno il lavoro, perché ancora a 40 anni non hanno trovato l’amore, perché l’hanno trovato ma non lo vogliono più, perché non hanno vinto il premio nobel per la letteratura, e perché fondamentalmente non hanno un cacchio di problema ma gli piace tanto lagnarsi lo stesso.

Si, a ben pensarci, la proposta dell’uovo subito, se poi va a finire che domani la gallina potrebbe pure morire, non mi dispiace affatto. Ed allora fatelo adesso: gioite, vivete, amate, rallegratevi. E se proprio non ce la fate, almeno rifletteteci.

Ora però. Domani non si sa.

 

Scrivi un commento

buzzoole code