Varie

Odi et Amo

di A.C.

 

Tutti, una volta nella vita, abbiamo di certo avuto a che fare, con l’amico/a che litiga o si molla col compagno/a di turno.

Ed è proprio li che si scatena l’inferno.

Telefonate notturne, discussioni infinite al limite del delirio in cui il povero malcapitato diventa Alien. A quel  punto, mentre il  tuo orecchio medita vendetta,  tu stai li, imperterrita ad ascoltare l’ennesima sfogo di lei. Stavolta l’ha fatta  grossa, pensi, e  quello che fino a ieri  era ai tuoi occhi l’uomo più dolce e buono del mondo, un vero trudy morbidoso, diventa all’improvviso Freddy Krueger.

Poi, d’un tratto, dopo esserti lasciata andare con la tua amica e avergli “scatafottutto” (per i non siciliani raccontato tutto velocemente, anche se detto così non rende l’idea;-) ) il peggio del peggio su di lui, dicendole pure che aveva la forfora (anche se magari non è vero), che non era l’uomo giusto per lei… insomma che era il peggiore degli stronzi sulla faccia della terra!

Lei però ad un certo punto ti richiama e ti dice: abbiamo fatto pace, lo amo è l’uomo della mia vita, è  “troppo ducissimo”.

A questo punto arriva il bello:  loro ti invitano per una pizza,  e tu, CHE ADESSO LO ODI, perché sei al corrente anche dei più inutili dettagli, ci esci solo perché vuoi bene alla tua amica, ma  stai con un sorriso effetto paralisi per tutta la serata, finta come un manichino di  Zara, perché lo sai che lui sa. Certo che lo sa, perché lei di certo le avrà raccontato tutto quello che ci siamo dette,  ma proprio tutto. Ovviamente sai anche che lui ti odia, ma finge simpaticamente di chiederti se vuoi assaggiare la sua buonissima pizza, chiaramente sperando possa andarti  di traverso la mozzarella filante.

Beh, confesso che anche a me è capitato di sfogarmi e dire che lui era il discendente diretto di Hannibal  Lecter e di vergognarmi come una ladra tutte le volte che poi mi ci facevo vedere in giro.

Insomma, donne, decidiamoci, cerchiamo di capire se davvero vogliamo accanto Hannibal, interroghiamoci sulle nostre reali intenzioni.

Inoltre prima di mettere in difficoltà amici/amiche, e coinvolgere parenti ed affini fino al 20°, poniamoci l’unica vera domanda che dobbiamo porci.  Sarebbe il caso di andare da un’analista? 😉

La risposta è si, almeno lui viene pagato. Per sentire minchiate, ma perlomeno…

 

 

Scrivi un commento

buzzoole code