Sconfiggere il cancro
Resilienza

Trasformazioni

La vita è in continuo divenire ed è già arrivato il momento di dare una nuova immagine al mio blog perché anche la mia immagine nel frattempo è cambiata.

A 34 anni, nel settembre del 2016, mi è stato diagnosticato il Linfoma di Hodgkin, poi un tumore al rene. Da lì a poco sarebbe nato mio figlio. Ho fatto milioni di controlli, ecografie e risonanze magnetiche. Il medico mi disse che “fortunatamente” si trattava di due diversi tumori e non di metastasi.

Feci un’operazione, poi cominciai la chemioterapia. In quel periodo il mio fisico cambiò molto ma resse. A quel punto cominciò la risalita. Credere con tutto me stesso nella mia guarigione e avere accanto l’amore della mia famiglia e degli amici è stato di fondamentale importanza lungo tutto il percorso che mi ha messo a dura prova. Il 19 aprile la Pet negativa ha confermato che avevo iniziato a vincere.

Negli ultimi mesi la trasformazione è stata incredibile. I miei capelli sono ricresciuti, ho di nuovo la barba, ho preso qualche chilo e ho ricominciato a fare sport. E soprattutto i miei occhi sono tornati a guardare la vita in maniera completamente diversa.

Vorrei che questo fosse un messaggio di speranza per tutti quelli che attraversano momenti difficili e credono di non farcela. Non abbiate paura di parlare della vostra malattia, date priorità alle cose veramente importanti della vita e sforzatevi di sorridere anche quando proprio non ne avete voglia. Sconfiggere il cancro si può, non pensate mai di non potercela fare.

Il cancro è una parola, non una sentenza!

7 Comments

  • Nel 2013 avrei voluto propormi per le elezioni. Ti mostrai, estraendolo dal taschino, il mio pancreas artificiale, che mi impediva il progetto. Ci incontrammo poi al Pagliarelli, quando si aprì il processo Trattativa: ero senza voce, causata della radioterapia ad una corda vocale. Ora son tornato a parlare e cantare. Di recente ci siamo incontrati vicino casa tua: il meraviglioso Ettore, col suo sorriso, ci ha indicato la strada. Lottare per vincere. Riprenderci la vita, il territorio, le città disastrate di un Paese sull’orlo del baratro, ma nostro. Confido su di Te. Quanto a me, sono pronto a lanciare l’ultima stampella, come Enrico Toti, contro l’arroganza di un potere che inizia a battere in ritirata. Un abbraccio. Max

    Rispondi
  • Tu sei un grande! 😘

    Rispondi
  • La vita ci riserve tante sorprese e non sempre piacevoli, la cosa più importante da fare è saperle reggere, imparare a lottare per riprenderti tutto, anche la salute diventa una conquista…
    Adesso avrai imparato che possiedi un tesoro già se stai bene, avrai imparato ad apprezzare gli amici che hai scoperto di avere, avrai imparato che nulla è impossibile per chi riesce a lottare e a sorridere! Forza Giorgio, adesso lavora per il nostro futuro!

    Rispondi
  • Il sorriso può sconfiggerlo….ne ho contezza.
    Sempre positivi.

    Rispondi
  • È difficile sconfiggere chi non si arrende mai, buona fortuna per la tua nuova vita ritrovata sono certo che farai cose meravigliose.

    Rispondi
  • Giorgio a volte Facebook (ove è stato condiviso il tuo sito) fa delle cose importanti. Permette di trasmettere informazioni che mai sarebbero state viste. Ho letto la tua storia e devo dire che sei veramente un GUERRIERO che non si ferma davanti a nulla. Sono proprio le persone come te che bisogna seguire. GRANDE !
    Avanti sempre a resta bassa.

    Rispondi

Scrivi un commento

buzzoole code